BIO ITA

“Flavio Nati si è dimostrato interprete capace di coniugare bene la parte virtuosistica a quella più emotiva, un grande controllo del palco mescolato a un tocco e a un’attenta cura delle dinamiche del brano, sempre rese impeccabilmente. Anche nei passaggi più impervi ha saputo non far scadere l’espressività facendo cantare al suo strumento i temi di questo brano con una qualità costante dai più placidi ai più furiosi.” [Roma, 2018]

Flavio Nati è un giovane chitarrista classico apprezzato per la “maturità e qualità interpretativa di altissimo livello” i cui concerti sono stati descritti come una “autentica esperienza per i distinti stili musicali magistralmente interpretati” (Diaro de Àvila). Diplomatosi a pieni voti e con lode presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma nella classe di Arturo Tallini nel settembre 2012, Flavio Nati si è avvicinato giovanissimo allo studio della chitarra con Maurizio Greco. Dopo essersi laureato con lode presso il Conservatorio di Maastricht (Paesi Bassi) sotto la guida di Carlo Marchione, ha proseguito la sua formazione con artisti di chiara fama, tra i quali Giuliano Balestra, Adriano del Sal, Paolo Pegoraro, Judicaël Perroy, Zoran Dukic.

In particolare, è stato ammesso più volte come allievo effettivo sia come solista che in formazioni cameristiche nella classe di Oscar Ghiglia presso la prestigiosa Accademia Chigiana di Siena, dove è stato selezionato per esibirsi nei saggi finali, ha ricevuto diplomi di merito ed una borsa di studio. Recentemente ha conseguito con lode il Master di II Livello in Interpretazione della Musica Contemporanea presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma e il Master di II Livello in Chitarra presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma. 

Si è esibito in prestigiose sale da concerto in Italia ed in Europa (Paesi Bassi, Svezia, Austria, Spagna, Croazia, Romania). Inoltre, ha tenuto varie tournée in Giappone e Korea, eseguendo repertorio dal Rinascimento fino al contemporaneo, sempre con grande successo di critica e di pubblico, ed è stato invitato in trasmissioni TV e Radio, come la prestigiosa Radio4 di Amsterdam e Cremona1 TV

Negli ultimi anni si è aggiudicato più di 30 premi in prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali sia in Italia che all’estero, tra cui il “Tokyo International Guitar Competition”, “International Spanish Music Competition – Tokyo”, “Classical Guitar Competition of Finland”, “Nagoya International Guitar Competition”, “Fernando Sor”, “Alirio Diaz”, “Enrico Mercatali”, “Città di Gargnano”, “Città di Mottola”, “Claxica”, “Giulio Rospigliosi”, “José Tomàs – Villa de Petrer”, “Ferdinando Carulli”. Inoltre, è stato invitato a far parte delle giurie per i concorsi “Fernando Sor” di Roma e “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio (PT). 

Appassionato di ricerca musicologica in relazione alla sua attività concertistica, ha partecipato al XXIX Convegno “Chitarra in Italia”svoltosi nell’ottobre 2016 a Benevento, con una conferenza dal titolo “Giulio Regondi: da ‘enfant prodige’ a virtuoso polistrumentista”.

Il Comitato Scientifico del prestigioso Convegno di Chitarra di Alessandria “Michele Pittaluga” gli ha conferito la Chitarra d’Oro come “Giovane Promessa” dell’anno 2016, mentre più recentemente è risultato vincitore del Respighi Prize, riconoscimento che lo porterà ad esibirsi negli Stati Uniti come solista con la New York Chamber Orchestra nella stagione 2020/2021 presso la Carnegie Hall/Weill Hall.

Nel 2020 sono previsti in uscita due suoi CD: il primo contenente musiche di Falla, José e Ponce, mentre il secondo è incentrato sull’integrale per chitarra sola della musica di Tōru Takemitsu per l’etichetta Stradivarius, in occasione del 90° anniversario dalla nascita del compositore giapponese.

Recentemente ha curato la nuova edizione basata sugli autografi dei 6 Preludios Fáciles di Manuel María Ponce, pubblicati da Ut Orpheus di Bologna ed ha avuto occasione di collaborare con vari compositori, tra i quali Kai Nieminen, Alfredo Franco e Francesco Leineri, che gli hanno dedicato delle opere per chitarra sola e in ensemble.

 

È impegnato anche in ambito cameristico, esibendosi in duo con chitarra, viola, flauto o canto, in formazioni più ampie e come solista con orchestra. Nel 2012, insieme alla flautista Gloria Ammendola, si è aggiudicato il primo premio al Concorso Internazionale di Chitarra “Ferdinando Carulli” per la sezione musica da camera

Dal 2017 è stato docente di chitarra in varie Istituzioni, tra cui il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza, il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria, l’Istituto “Vecchi-Tonelli” di Modena.

In virtù della sua esperienza didattica è stato invitato a tenere masterclass in vari corsi di perfezionamento in tutta Italia (Segovia Guitar Academy – Pordenone; Italian Guitar Campus; Classic Music Lab, Ronciglione – VT; Associazione “Ciao Classica“, Latina; Associazione Musicale “Giulio Rospigliosi“, Lamporecchio – PT) e all’estero (Romania, Bulgaria).

×

Table of Content